Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  23 gennaio 2020
di Nessuno
Nessuno

Guns N'Roses, Slash: stiamo lavorando ma non aspettatevi nulla

Il chitarrista parla di intenzioni confuse, dell'industria musicale e dei dubbi sul nuovo album

La reunion dei Guns N'Roses nel 2016 sta ancora dando i suoi frutti. Not in this Lifetime è stato, secondo Pollstar, il secondo tour più redditizio di tutti i tempi dopo quello degli U2 del 2009 - 2011 (360° Tour) e ha permesso ad Axl, Slash e compagni di incassare ben 562 milioni di dollari.

Il tour è in giro per il mondo da quattro anni consecutivi e sembra continuare ad incassare con grande successo. Anche le voci di un nuovo prodotto in studio della band si sono tuttavia susseguite nell'ultimo periodo, fra interviste, dichiarazioni e materiale promesso ai fan che attendono con entusiasmo un ritorno in sala d'incisione dei Guns N' Roses.

Se ne parla da circa un anno, quando le dichiarazioni davano lo scorso autunno come possibile data d'uscita. Il bassista Duff McKagan poi aveva aggiunto che il disco era "reale".

Insomma, tutto sembrava garantire un pronto ritorno discografico della band.

A gettare acqua sul fuoco però ci ha pensato Slash: il leggendario chitarrista, in un'intervista concessa a Guitar.com ha spiegato quello che sta succedendo alle intenzioni del gruppo e al disco in gestazione.

"Non c'è una risposta definitiva sull'album su nulla e continuerò tenere questa linea. Si, sta succedendo qualcosa, ma non ci sono dettagli. Più di ogni altra cosa, è a causa della natura dell'industria in questo momento. Ci stiamo dicendo: 'Come lo vogliamo gestire tutto questo?' Intendo dire: c'è del materiale, ci sono registrazioni, ma non siamo davvero sicuri di cosa ci stiamo facendo proprio ora."

Il punto insomma sembra essere il modo in cui i dischi vengono prodotti, distribuiti ma soprattutto consumati, con riferimento al mercato attuale di riferimento e cioè quello dello streaming. Nel corso dell'intervista Slash ha rimarcato il divario generazionale tra chi ha vissuto l'epoca di vinili, cd, cassette, musica fisica e chi oggi ascolta la cosiddetta "musica liquida", ovvero quella senza supporto analogico ma solo digitale.

"C'è chi mi dice: dai, fate un disco alla vecchia maniera, e poi qualcun altro aggiunge: non mi ricordo neanche cosa voglia dire comprare un disco!" ha rimarcato il chitarrista nel corso dell'intervista.

Queste dichiarazioni arrivano a pochi giorni da quelle di Richard Fortus, chitarrista di supporto della band nei tour, che aveva garantito l'esistenza di un buon numero di tracce già registrate e pronte che a quanto risulta, prima degli ultimi dubbi, il gruppo di Los Angeles voleva far uscire proprio nel 2020. 

Il disco sarebbe il primo album della band dopo Chinese Democracy del 2008 che fece scalpore per i 25 anni impiegati dalla band per realizzarlo. 

Staremo a vedere, nel frattempo per la terza volta in quattro anni i Guns N' Roses suoneranno in Italia, a Firenze, Arena del Visarno, il 12 giugno 2020.

Guns N'Roses, Slash: stiamo lavorando ma non aspettatevi nulla

Guns N' Roses - Not In This Lifetime European Tour 2017 Part I