Logo Radiofreccia

Cerca

Effettua una ricerca nel sito di Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  29 giugno 2020

Nuovo record per Bob Dylan

Con l'uscita di ‘Rough And Rowdy Ways’ , Bob Dylan è l'unico artista della storia ad aver centrato un particolare record

All'età di 79 anni Bob Dylan ha centrato un nuovo record con la pubblicazione dell'ultimo album "Rough And Rowdy Ways"  uscito dieci giorni fa a distanza di otto anni dall'ultima raccolta di inediti, "Tempest" del 2012. 

Il nuovo record di Bob Dylan

Come riportato dall'edizione USA di Billboard, "Rough And Rowdy Ways" ha esordito al secondo posto nella classifica degli album più venduti negli Stati Uniti con 53.000 copie, la sua posizione più alta in classifica dell'ultimo decennio dal 2009 quando arrivò al primo posto con "Together Through Life".

Il risultato raggiunto dal grande cantautore con la pubblicazione dell'ultimo lavoro, però, va ben oltre gli anni 2000 e attesta Bob Dylan come l'unico artista nella storia ad aver raggiunto la classifica Top 40 degli album più venduti negli Stati Uniti in tutti i decenni dal 1960 ad oggi.

"Rough And Rowdy Ways" è il ventitreesimo album nella carriera di Dylan a centrare la TOP 10 degli album più venduti e il suo cinquantesimo ad essere inserito nella Top 40 facendogli raggiungere l'invidiabile traguardo di avere un disco in TOP 40 negli ultimi sette decenni: otto negli anni '60, quattordici negli anni '70, sette negli anni '80, quattro negli anni '90, sette nei primi dieci anni del 2000, nove dal 2010 e, ora, il primo nel decennio iniziato con il 2020.

Con il primo inedito pubblicato a sorpresa lo scorso 27 marzo, la lunghissima 'Murder Most Foul', Dylan era riuscito anche a piazzare per la prima volta, per quanto possa sembrar strano, un suo singolo al primo posto nelle classifiche americane nonostante la durata monstre di 17 minuti.


'Rough and Rowdy Ways’ e gli inediti che anticipano l'album

A marzo Dylan ha pubblicato a sorpresa 'Murder Most Foul', una canzone quasi sviluppata come uno 'stream of consciousness', un poema lunghissimo della durata di oltre sedici minuti che  ha fatto registrare molte reazioni entusiaste da parte di altri musicisti Tra questi non ha mancato di esprimere il suo apprezzamento a Dylan anche Nick Cave. «È una canzone sconcertante, ma bellissima. Mi ha commosso. [...] Al centro di questa epopea di 17 minuti c’è un evento terribile, l’assassinio di JFK, un vortice oscuro che minaccia di trascinare a sé ogni cosa, proprio come avvenne negli Stati Uniti nel 1963. [...] Dylan gira attorno all’incidente in modo vertiginoso e stila una lista di cose amate – per lo più musica – per guardare dritto nelle tenebre e liberarsene» 

Nel giro di un mese Dylan ha poi pubblicato 'I Contain Multitudes' e 'False Prophet', ultimo inedito in ordine di tempo prima dell'uscita dell'album, un blues elettrico che ha fatto da colonna sonora all'annuncio della release di "Rough And Rowdy Ways".


L'intervista  al New York Times

In una recente intervista concessa in esclusiva al New York Times in occasione del lancio dell'album, Dylan ha affrontato molti temi come lo stile del suo processo di scrittura e di quanta improvvisazione comporti: "Non è possibile cambiare la natura di una canzone dopo averla inventata", ha spiegato. "Puoi impostare diversi schemi di chitarra o piano sulle linee strutturali e andare da lì, ma non è improvvisazione. L'improvvisazione ti lascia aperto a prestazioni buone o cattive e l'idea è invece di rimanere coerente. Fondamentalmente suoni sempre la stessa cosa nel modo più perfetto possibile."

Dylan ha affermato che la maggior parte dei suoi recenti scritti sono stati composti in "trance", come se le canzoni "in un certo senso si scrivessero da sole e contassero su di me per cantarle". Ha citato l'esempio del singolo di recente pubblicazione "I Contain Multitudes", che cita la vittima dell'olocausto nazista Anne Frank, i Rolling Stones e l'eroe dei film di avventura Indiana Jones."

Entrando nello specifico, il cantautore premio Nobel ha detto che la canzone è come un dipinto:""I nomi stessi non sono isolati", ha detto. "È la loro combinazione che aggiunge qualcosa in più rispetto al loro contributo singolo. Andare troppo nei dettagli è irrilevante. La canzone è come un dipinto: non puoi vederlo tutto in una volta se sei troppo vicino. I singoli pezzi sono solo una parte del tutto."


Nuovo record per Bob Dylan

Bob Dylan - I Contain Multitudes (Official Audio)

Bob Dylan - I Contain Multitudes (Official Audio)