Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  22 gennaio 2020

Il videoclip è ufficialmente opera d'arte

Il Ministro della Cultura Dario Franceschini ha firmato il decreto che garantisce le agevolazioni fiscali prevista dal tax credit

Arriva oggi dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo Dario Franceschini la notizia che il videoclip è un'opera d'arte. Il riconoscimento ufficiale è arrivato dopo che numerosi artisti, così come la FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana), si sono spesi sollecitando un'azione in merito.

L'equiparazione tra il videoclip e le altre opere d'arte garantirà a quella che è una forma fondamentale per l'espressione di un'artista musicale il diritto al tax credit. Anche i videoclip musicali, così come le opere cinematografiche, i videogiochi o la videoarte e le altre categorie artistiche frutto dell'ingegno, avranno accesso a una serie di agevolazioni fiscali

Il nuovo decreto voluto dal Ministro Franceschini ripara la legge n.220 del 14 novembre 2016 sulla "Disciplina del cinema e dell'audiovisivo" che teneva conto del videoclip esclusivamente come elemento di natura promozionale per l'artista.

"I video musicali, spiega Franceschini, "hanno interpretato e interpretano al meglio l'immaginario popolare, facendo sognare intere generazioni e sono delle opere d'arte. Per questo motivo non c'era motivo di escluderli dalle agevolazioni fiscali".  

L'annuncio è stato raccolto con entusiasma da Enzo Mazza, CEO della FIMI  "La decisione del Ministro Franceschini di riconoscere il valore e l'importanza del videoclip e' un grande risultato per una battaglia che Fimi ha condotto per anni contro una ingiustificata discriminazione di una forma d'arte tanto importante per il settore musicale.  "Ringraziamo a nome dell'industria musicale il ministro per aver preso a cuore questo problema e di averlo risolto".

Una prima versione dei videoclip musicali risale già agli anni '20 del secolo scorso con brevi film musicali che ritraevano musicisti e ballerini. Uno dei primi videoclip promozionali fu quello celebre di 'Subterranean Homesick Blues', brano di Bob Dylan contenuto nell'album "Bringing It All Back Home" nel 1965. Nello stesso anno i Beatles registrarono il film per "Help", ci furono i Queen negli anni '70 con 'Bohemian Rhapsody', per molti il primo video musicale con una funzione davvero cruciale per il successo del brano stesso. Negli anni '80 poi, il videoclip entrò nelle case di tutti grazie ad MTV e quel primo video messo in onda il 1° agosto 1981 dal titolo non troppo profetico, per quanto suggestivo e in linea con il periodo:'Video Killed The Radio Stars' dei Buggles.


Il videoclip è ufficialmente opera d'arte

Bob Dylan - Subterranean Homesick Blues

Bob Dylan - Subterranean Homesick Blues