Logo Radiofreccia

Entra nella
community di Radiofreccia

possiedi già un account?
oppure
FAQ:
  12 aprile 2018

12 canzoni spaziali per la 'Giornata internazionale del volo umano nello spazio'

Il 12 aprile 1961 Jurij Gagarin è il primo uomo tra le stelle e noi abbiamo scovato 12 brani su navicelle, astronauti e cosmo

La mattina del 12 aprile 1961 partiva dal Kazakistan la Vostok 1, la navicella che per la prima volta avrebbe portato degli uomini nello spazio. A bordo il pilota sovietico Jurij Gagarin , ventisette anni,  simbolo di una nuova era per l'umanità, testimone oculare della Terra vista gravitando intorno l'orbita, uno spettacolo mozzafiato, un momento che resterà indelebile nella storia storia e un' impresa che animerà l'immaginazione di artisti di ogni sorta.

Dal 2011 il 12 aprile è stato dichiarato dalle Nazioni Unite la 'Giornata internazionale del volo umano nello spazio' e allora ecco 12 canzoni che, in un modo o nell'altro, parlano di cosmo, astronauti, corpi celesti e navi spaziali.

'Planet Earth is blue' come disse... Gagarin. 


SIDEA A:


Public Service Broadcasting - Gagarin (2005)

Nel 2005 gli inglesi Public Service Broadcasting, band alternative strumentale con la passione per le sonorizzazioni, i sample e il materiale di archivio, pubblicarono "The Race For The Space", un intero album ispirato proprio alla sfida verso le stelle tra USA e URSS dove ogni canzone è stata creata basandosi sulle missioni spaziali e gli episodi fondamentali che hanno segnato la conquista dello spazio da parte dell'uomo.

Inspiral Carpets - Saturn 5 (1994)

Tra le band più importanti della scena alternative inglese a cavallo tra gli anni '80 e '90, quando la Gran Bretagna era immersa nel 'Madchester sound' di gente come Stone Roses ed Happy Mondays, gli Inspiral Carpets pubblicarono 'Saturn 5' come primo estratto dall'album "Devil Hopping" del 1994. Il brano è dedicato al Saturn V, il razzo che venne usato per lanciare la missione dell'Apollo 11 nel luglio 1969 che  rimase negli occhi di Clint Boon e soci, all'epoca ragazzini.

Police - Walking On the Moon (1979)

Secondo singolo dall'album "Reggatta De Blanc" 'Walking On The Moon' non nasce propriamente come un brano dedicato allo spazio, e anzi inizialmente Sting camminava solo in una stanza, ma la storia d'amore descritta provoca proprio la sensazione di assenza di peso provata dagli astronauti a zonzo lungo la superficie del satellite.

Adam Ant - Apollo 9 (1985)

Dopo lo scioglimento di Adam And The Ants, Adam Ant inizia la carriera solista e dal terzo album "Vive Le Rock" del 1985 è estratto questo pezzo che, in realtà, è abbastanza un delirio senza troppo senso ma si cita la NASA, la missione Apollo 9, e un video da tute spaziali e chitarre a forma di stella.

Ash - Girl From Mars (1995)

Scritta da Tim Wheeler quando aveva solo 16 anni, 'Girls From Mars' è stata la prima hit della band irlandese, una storia d'amore sci-fi per il giovane Tim che, non avendo speranze con le ragazze della sua zona sognava una relazione a distanza interstellare.

Deep Purple - Space Truckin'  (1972)

Brano conclusivo di "Machine Head", 'Space Truckin' ' , tra i pezzi più famosi della band, è una cavalcata tra pianeti e stelle, una continua scorribanda nel sistema solare a colpi di rock e spasso.


12 canzoni spaziali per la 'Giornata internazionale del volo umano nello spazio'

SIDE B:


Black Sabbath - Into The Void (1971)

Visioni apocalittiche, la Terra rovinata dall'inquinamento e umanità sull'orlo dell'estinzione al punto da costringere ad esplorare nuovi pianeti alla ricerca di miglior sorte in questo classico dei Black Sabbath da "Master Of Reality". 


Elton John - Rocket Man (1972) 

Contenuta nel quinto album "Honky Château", 'Rocket Man' è una delle canzoni più famosi di Sir Elton John e Bernie Taupin e si ispira al racconto 'The Rocket Man' di Ray Bradbury che parla dei sentimenti nella relazione tra un padre astronauta in procinto di partire per lo spazio e la sua famiglia. 


Prefab Sprout- Weightless (1997) 

Torna la sensazione di fluttuare nello spazio in questo brano tratto da "Andromeda Heights" del 1997 che già dalla copertina stellata e dal titolo suggerisce l'ambientazione. "Somewhere among the stars tonight, my heart /Floats like a Russian satellite/Weightless, love is a pure sensation/Weightless, I feel like Yuri Gagarin" canta Paddy McAloon, è c'è davvero poco da spiegare. 

David Bowie - Space Oddity (1969) 

Altro classicone e tra le più amate canzoni di Bowie con protagonista Major Tom, forse l'astronauta più famoso del rock che riprende proprio la frase pronunciata da Gagarin alla vista della Terra dallo spazio. Il singolo venne pubblicato solo 5 giorni prima dellla partenza della missione Apollo 11, anche se la reale ispirazione, come si intuisce anche dal titolo, fu il film di Kubrick "2001: Odissea nello spazio". 

The Byrds - Armstrong, Aldrin and Collins (1969) 

L'Apollo 11, e nello specifico il suo equipaggio storico formato da Neil Armstrong, Buzz Aldrin e Michael Collins, danno il nome al brano conclusivo dell'ottavo album dei Byrds, "Ballad Of Easy Rider" che sottolinea come la spedizione spaziale fosse un grande momento per tutta l'umanità e la possibilità di avvicinarsi alle stelle un grande motivo di orgoglio (e poi inizia con il countdown prima del decollo). 

The Church - Under The Milky Way (1988)

Forse il più grande successo della band australiana 'Under The Milky Way' è il singolo di punta di "Starfish", album pubblicato nel 1988. Il titolo, in verità, è un riferimento al locale di Amsterdam Melkweg - che significa Milky Way in olanede - ma i versi si muovono sotto la coltre di stelle della Via Lattea. 


Adam Ant - Apollo 9

Adam Ant - Apollo 9